immobiliare Spalti

case e mercato immobiliare all'isola d'elba

Approvata la legge di stabilità, novità per la casa

Elba

La Legge di stabilità è stata approvata con voto di fiducia alla Camera , questi i provvedimenti che rigurdano la casa.

La Legge proroga l’ecobonus con le attuali aliquote, quindi le detrazioni fiscali per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici rimangono del 65%.
Anche per i lavori eseguiti dai condomini è possibile detrarre una percentuale pari al 65% delle spese sostenute fino al 30 Giugno 2015.
La legge proroga anche le detrazioni del 50%  riguardanti le spese sostenute per le ristrutturazioni, fino ad un tetto di spesa di € 96.000, l’aliquota rimane in vigore fino alla fine del 2014.

Fino al 31 Dicembre  2014, coloro che ristrutturano la propria casa, potranno usufruire della detrazione del 50% anche sull’acquisto di mobili ed elettrodomestici; l’agevolazione viene concessa a condizione che il tetto di spesa non superi € 10.000 e che la cifra spesa per i mobili non sia superiore a quella dei lavori di ristrutturazione.

Rimangono in vigore anche le agevolazioni al 65%, fino a Dicembre 2014, per gli interventi di messa in sicurezza sismica degli edifici, sia civili che industriali, ubicati nelle zone sismiche di classe 1 e 2.

La legge di stabilità introce la IUC (imposta unica comunale) che ingloba la vecchia IMU la TARI e la TASI.
Dall’imposta sono escluse le prime case, a condizione che non siano classificate come case di lusso, ville e castelli, rientranti nelle categorie catastali A1, A8 e A9, che non pagheranno l’Imu ma saranno soggetti al pagamento della Tari, commisurata ai metri quadri dell’immobile o ai rifiuti prodotti, e la Tasi.
La nuova imposta sarà pagata sia dal possessore che dall’utilizzatore dell’immobile e sono previste detrazioni calcolate in base all’effettivo utilizzo dei servizi comunali; quindi chi ha una casa vacanza che utilizza per brevi periodi potrà  pagare meno, così come chi risiede all’estero per più di sei mesi o chi abita da solo.

Rimane la mini IMU in quei Comuni che nel 2013 hanno alzato l’aliquota minima prevista allo stato.

E’ inseirito nel testo della Legge di Stabilità un articolo che prevede la massima tracciabilità per il pagamento degli affitti vietando di fatto l’uso del contante per il pagamento dei canoni di locazione; sono esclusi dal provvedimento gli alloggi di edilizia residenziale pubblica. I canoni di locazione, di qualsiasi importo,  dovranno essere corrisposti in forme  che ne assicurino la tracciabilità; quindi da oggi è abolito il contante e sono consentiti assegni, bonifici bancari e tutti gli altri strumenti tracciabili.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Archivio

Annunci

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: